La nostra vacanza a Fuerteventura, l’isola del vento!

Fuerteventura è l’isola più vecchia e la seconda più grande delle Isole Canarie della Spagna.
È nota soprattutto come meta di vacanze per le spiagge di sabbia bianca e per il clima caldo tutto l’anno, reso più fresco dai venti costanti. 
È anche apprezzata per gli sport acquatici, in particolare surf, windsurf e kite surf proprio per il vento costante che soffia su quest’isola.

Siamo stati in vacanza a Fuerteventura per una settimana ad Aprile 2018.
Appena arrivati in Aeroporto abbiamo preso la macchina a noleggio da CICAR, che avevamo prenotato qualche giorno prima da casa sul loro sito web. 
Con la nostra Opel Astra bianca ci siamo subito diretti al nostro Hotel, che si trovava nella bellissima Caleta de Fuste, ubicata in un’insenatura nei pressi del porticciolo turistico al centro dell’isola più o meno e molto vicina all’aeroporto. 
Una zona che abbiamo trovato perfetta per poter visitare l’isola e davvero bella per rilassarsi al sole! 
Nelle vicinanze sorge El Castillo, una torre difensiva del XVIII secolo, e proprio qui si trovava il nostro hotel, il Barcelò Castillo Beach Resort, con una spiaggia proprio davanti al nostro appartamento/bungalow e con 3 piscine, il centro benessere Thalasso Spa e, oltre al ristorante a buffet, tanti locali e ristoranti proprio davanti al porto.

Non abbiamo trovato sole tutta la settimana, ma per fortuna Fuerteventura è bella proprio perchè è da girare e visitare tutta, perciò abbiamo utilizzato le giornate meno belle per le nostre escursioni.
Assolutamente da non perdere il Parque Natural de Corralejo con le sue dune, a dir poco meravigliose!
ci avremmo passato una giornata intera a passeggiare per quelle dune, proprio in mezzo al deserto, con vista mare, infatti ci siamo stati ben due volte, anche perchè quando ci passi davanti non puoi non fermarti.
Sono davvero da vedere dal vivo, perchè anch’io avevo visto le foto sul web, ma avercele davanti e poterci camminare sopra è un’esperienza unica. 

Ovviamente la visita a Corralejo è d’obbligo in una vacanza a Fuerteventura.
La città, che è stato un antico villaggio di pescatori, ora è una cittadina molto turistica, piena di negozi, di ristoranti e bar. 
Se la giornata non è delle migliori, si può passare il tempo a fare shopping tra i vari negozi di marca e i negozietti di souvenir, e per mangiare e bere c’è davvero l’imbarazzo della scelta!  

Un’altra bella escursione è quella a Costa Calma, nota per le spiagge bianche con acque poco profonde, come Sotavento Beach, sede di numerosi eventi internazionali per gli sport acquatici.
Ci mancava proprio poter passeggiare per chilometri con i piedi nella sabbia, davanti ad un mere cristallino!
Del paese posso dire di aver visto ben poco perchè la playa è stata la nostra meta principale di quella giornata di relax.
Il mare è davvero molto freddo perciò niente bagno per tutta la settimana, al massimo i piedi in acqua ma è stato rilassante lo stesso. 
Di ritorno da Costa Calma, dopo chilometri e chilometri di paesaggio desertico e vulcanico, che ci ha lasciato davvero a bocca aperta da quanto è straordinario, ci si può fermare al Museo del Sale a Las Salinas del Carmen.
Il museo interno, centrato sulla cultura generata intorno al sale, chiude alle 17,30, ma è possibile vedere le saline che sono all’esterno, costruite verso l’anno 1910, anche dopo l’orario come abbiamo fatto noi.

A Fuerteventura c’è sempre tantissimo vento, dalla mattina alla sera, ininterrottamente!
Vi consigliamo perciò di portare delle sciarpe, di quelle leggere, che vi accompagneranno per tutta la vacanza.
Ci hanno detto che quest’anno il meteo è stato particolare, ma comunque ad aprile c’è sempre un pò di freddo, di mattina presto e la sera dopo cena.
Un maglione e un giubottino, magari antivento, sono l’essenziale per poter uscire tranquilli.

In quest’isola i gatti sono in giro un pò dappertutto come se fossero davvero i padroni di Fuerteventura.
Sono randagi, ma hanno casette riparate che vengono riempite con acqua e cibo quotidianamente, oltre a persone che arrivano con un cestino con ciotole e l’essenziale per sfamarli. 
Ma oltre ai gatti, gli animaletti che si vanno a cercare, essenzialmente in mezzi ai massi e scogli, sono gli scoiattoli!
Ce ne sono davvero tanti, ma si nascondo bene ed escono solo se sono alla ricerca di cibo, che comunque è vietato dare.
Comunque aspettarli e vederli che non hanno paura di noi umani è proprio bello, sono molto carini!  

 La nostra settimana a Fuerteventura è stata, come tutte le vacanze, troppo corta per poter vedere tutte le attrazioni e i paesini, ma siamo andati via con un bagaglio di nuove esperienze molto belle.

Guardate anche il video della nostra vacanza a Fuerteventura!

Leave a Reply

Your email address will not be published.