Greyfriars Bobby, il cane simbolo di Edimburgo

 

Mentre passeggiate nella zona di Old Town, ad Edimburgo, trovate la statua di un carinissimo cane.
Si tratta di Greyfriars Bobby, un simpatico terrier diventato il simbolo della città di Edimburgo.
Si trova proprio davanti all’omonimo pub e addirittura il 14 gennaio si festeggia in città il Greyfriars Bobby Day

Greyfriars Bobby

Chi era Greyfriars Bobby?

La storia inizia da John Gray, un uomo arrivato ad Edimburgo, la capitale scozzese, nel 1850 insieme a moglie e figlio.
Qui trovò lavoro come guardiano notturno nella Polizia della città.
E la sua unica compagnia duranti i suoi turni di notte era per l’appunto il suo amato cagnolino Bobby.
Erano talmente una coppia inseparabile!
Infatti quando John morì di tubercolosi e venne sepolto nel cimitero di Greyfriars, il suo cane Bobby vegliò sulla tomba giorno e notte per ben 14 anni!

Greyfriars Bobby

Se state organizzando una viaggio nella capitale scozzese, potrebbe interessarvi anche l’articolo 4 giorni a Edimburgo, cosa visitare?

Nel 1867, 9 anni dopo la morte di John Gray, venne emanata una legge nello stato di Scozia, secondo la quale tutti i cani randagi dovevano essere abbattuti.
Ma il sindaco di Edimbugo, Sir William Chambers, pagò di persona la licenza di Bobby e gli conferì pure la cittadinanza onororaria.

Il fedele cane Bobby morì il 14 gennaio 1872, all’età di 16 anni e fu sepolto a pochi passi dal cimitero di Greyfriars.
Un anno dopo la morte del cagnolino Bobby, la Baronessa Lady Burdett-Coutts fece erigere una statua in suo onore, davanti al cancello del cimitero.

Greyfriars Bobby

Nel corso degli anni è cresciuta l’usanza di toccare il nasino della statua di Bobby come auspicio di fortuna.
Ma per questo motivo il monumento è stato danneggiato e tutti i turisti sono invitati a non farlo più per evitare di rovinarlo ulteriormente!

Seguite le nostre pagine Facebook e Instagram!

Leave a Comment